15 ottobre 2017

Resoconto dell'Assemblea UNCC

Intervento Prof. Scarselli Articolo Avv. Mario Napoli
Cari Soci,

Alessandra Spagnol, Pier Franco Gigliotti ed il sottoscritto abbiamo partecipato all’Assemblea Nazionale dell’UNCC svoltasi a fine settembre a Lecce. L'incontro di tutte le Camere Civili nazionali è stato di grande interesse e vi invito a leggere la relazione del Prof. Scarselli (qui allegata e pubblicata sul sito): al termine della relazione, oltre ad un applauso durato alcuni minuti tutti gli Avvocati presenti del salone del Castello Carlo V si sono alzati in piedi...

Al termine dei lavori, sabato si sono votate all’unanimità le seguenti mozioni:

Prima mozione (proposta anche dalla Camera Civile del Piemonte e della Valle d’Aosta):
1) invito al legislatore a ripristinare nella sua pienezza la pubblica udienza in Cassazione (l’attuale indirizzo – confermato dal Presidente di Cassazione presente - è quello di dichiarare l’inammissibilità dei ricorsi con ordinanza ed attraverso moduli prestampati…)
2) invito a ripristinare il “vecchio” art. 360, n. 5, cod. proc. civ.
3) opposizione alla sommarizzazione integrale del processo
4) ripristinare il “vecchio” art. 5 della Legge professionale del 2012, che prevedeva sì la possibilità delle società di capitali ma con soci tutti Avvocati. Oltre alla grave violazione del principio dell’indipendenza dell’Avvocato, vi saranno in futuro problemi interpretativi in ordine all’applicazione della deontologia, alla responsabilità professionale, al conferimento della procura, ecc. Alleghiamo anche il bellissimo articolo del Presidente Avv. Mario Napoli.

Seconda mozione:
denuncia al Ministero di alcuni indirizzi locali errati (come Tribunale di Rimini, Alessandria, ecc.) ove viene obbligatoriamente richiesto all’avvocato che richiede una notifica ex art. 143 c.p.c. una sua dichiarazione di aver (lui) svolto tutte le indagini sulla reperibilità del convenuto…. Obbligo che invece grava sull’Ufficiale Giudiziario.

Terza mozione:
Richiesta di modifica degli artt. 543 c.p.c. e 164 c.p.c. (diventa paradossalmente difficilissimo evitare i problemi che nascono quando un debitore, al quale è stato notificato un PP3, intende pagare…)

Quarta mozione:
si chiede di rivedere il tema del preventivo dei nostri compensi, alla luce dei problemi già emersi in occasione della nostra legge professionale del 2012.

Cari saluti.

Alberto Del Noce

Condividi:

IN EVIDENZA

Realizzato da Webbing